Depuratori prefrabbricati modulari

I depuratori prefabbricati modulari sono dei particolari impianti di trattamento acque a fanghi attivi progettati dallo Studio Associato di Ingegneria Ambientale specificatamente per il trattamento delle acque di fognatura prodotte da piccoli comuni, frazioni comunali e grossi centri residenziali.

depuratori modulari

Questi depuratori sono realizzati con l’impiego delle vasche monoblocco prefabbricate in c.a.v. prodotte dalla Sintini s.r.l. nello stabilimento di Piangipane (RA) e garantite sia come tenuta idraulica che come resistenza strutturale.

Gli impianti sono articolati in una o più linee di trattamento ciascuna delle quali è dimensionata e progettata per una utenza di 1000-2000 abitanti ed è composta essenzialmente da un bacino di bilanciamento idraulico e filtrazione biologica (o "EBS", brevettato dallo Studio di Progettazione, si veda in proposito la pagina dedicata a questo particolare brevetto) cui segue un complesso biologico a fanghi attivi a schema "contatto-stabilizzazione" servito da un sedimentatore secondario del tipo "a pacchi lamellari". Tutti questi componenti hanno in comune la specifica peculiarità di richiedere volumi di impianto (e quindi di ingombro) drasticamente inferiori a quelli dei sistemi tradizionali a fanghi attivi di pari potenzialità (cui si rimanda alla specifica sezione) per cui rispetto a questi ultimi il depuratore in questione impegna un volume circa 3 - 4 volte inferiore. Da ciò ne consegue anche una drastica riduzione dei costi sia in fase di realizzazione che durante la successiva gestione.

Stazione di pretrattamentoA questi componenti di base possono essere aggiunte all'occorrenza altre componenti, quali ad esempio un pretrattamento di grigliatura (grossolana e/o fine), dissabbiatura, degrassatura, disoleazione, una fase di disinfezione (mediante classica clorazione o con trattamento UV) e una linea di trattamento fanghi (che preveda sia la stabilizzazione aerata in vasca che una successiva disidratazione prima del conferimento in discarica controllata). A tal proposito in commercio sono disponibili anche stazioni "compatte" di pretrattamento automatizzato caratterizzate da una facile gestione e installazione: ne riportiamo una in foto a lato.

Quanto al trattamento dei fanghi di supero che vengono allontanati dalla linea di trattamento reflui, dopo uno stadio di maturazione (generalmente in fase aerobica) in vasca è possibile adottare sul posto macchinari specifici quali le stazioni di filtraggio a sacchi drenanti o con filtropressa (riportiamo sotto due esempi fotografici).

Sacchi drenanti Filtropressa

Depuratori a fanghi attivi prefabbricati modulari: vantaggi

Il depuratore prefabbricato qui descritto è caratterizzato da diversi elementi di innovazione sia dal punto di vista costruttivo che funzionale e dei conseguenti vantaggi sia economici e che funzionali.

Il bacino di bilanciamento idraulico e filtrazione biologica, il complesso biologico a fanghi attivi a schema "contatto-stabilizzazione" e il sedimentatore a pacchi lamellari hanno in comune la richiesta di volumi di impianto molto inferiori rispetto a quelli dei sistemi tradizionali a fanghi attivi a servizio delle stesse utenze: infatti come già detto approssimativamente il depuratore richiede un volume circa 3 - 4 minore.

depuratori-prefabbricati-mobulari

Oltre ad una minore occupazione di area, questa peculiarità consente l’adozione delle vasche monoblocco prefabbricate in cemento armato vibrato in luogo delle classiche vasche realizzate in opera, notoriamente più onerose rispetto alle prime. Da ciò ne derivano rilevanti economie in termini di tempi e costi di costruzione oltre che una semplificazione dovuta al fatto che le componenti elettromeccaniche vengono preinstallate presso il nostro stabilimento.

Oltre al già citato vantaggio di una minore occupazione di area, questa peculiarità consente l’impiego di vasche prefabbricate per taglie di
impianto altrimenti inaccessibili a tale tecnologia.

Rispetto alla costruzione in opera delle vasche, l’impiego dei manufatti prefabbricati comporta rilevanti economie sia nei tempi di realizzazione che nei costi di costruzione anche perché tutti i componenti dell’impianto vengono preinstallati presso lo stesso stabilimento di produzione delle vasche stesse.

In genere l’installazione di un singolo modulo richiede pochi giorni di lavoro a partire dallo scavo per finire col rinterro finale.

Prestazioni dei depuratori a fanghi attivi prefabbricati modulari

I depuratori a fanghi attivi di questa tipologia operano tramite due stadi biologici di diversa natura (biofiltrazione e fanghi attivi) per cui si determina la formazione di una popolazione diversificata di microrganismi (del tipo rispettivamente a “biomassa adesa” e “biomassa sospesa”) capace di biodegradare con elevata efficienza un largo spettro di sostanze inquinanti e dotata inoltre di una alta resistenza ai sovraccarichi organici e alla eventuale presenza di agenti tossici nelle acque.

Inoltre, il fango prodotto dallo stadio EBS di biofiltrazione, già di per sé in quantità basse, viene successivamente degradato nei successivi stadi a fanghi attivi a schema contatto-stabilizzazione che risulta particolarmente adatto a tale funzione. Tutto questo si traduce in una maggiore efficienza e affidabilità di funzionamento, in minori costi di gestione (per la bassa produzione del fango di supero).

Il depuratore è in grado di trattare le acque di scarico prodotte da un agglomerato urbano rimuovendo oltre il 90% del carico organico e dei solidi sospesi e una cospicua frazione dell’azoto ammoniacale (circa il 70-80%). Quest'ultimo viene in parte strippato e in parte ossidato ad azoto nitrico. Quanto alla rimozione del fosforo, questa può essere effettuata per precipitazione chimica nel complesso biologico a fanghi attivi mediante il dosaggio di un agente chimico specifico, (generalmente il cloruro ferrico).

Tutto ciò si evince dai dati di funzionamento di un depuratore realizzato su commessa della Società Autostrade e adibito al trattamento delle acque di scarico delle utenze operanti nell’area dello svincolo Firenze nord (centro direzionale, caserma di polizia, motel AGIP, stazione di servizio) quantificate pari a 1000 abitanti equivalenti): si riporta sotto un rapporto di prova di questo impianto.

Analisi refluo finale

 

 

Scarica il Pdf sui depuratori prefabbricati modulari